A cosa pensi quando stai scegliendo uno zaino da lavoro o borsa business?

Praticità? Capienza? Versatilità? Deve essere leggera? La indosserai a mano o in spalla? Ti fai condizionare dalla moda del momento?

Queste e tante altre domande ti frullano nel cervello mentre stai valutando un prodotto che, inevitabilmente, sarà il fido compagno per l’intera giornata.

La preferenza non dipende solo da gusti personali, bensì da una serie di valutazioni sulle specifiche tecniche di tutti gli articoli presi in considerazione.

Se ti ho incuriosito, continua a leggere oppure ascolta il PODCAST qui:

In questo post ti guido nella scelta del prodotto giusto seguendo 3 semplici regole:

  1. GUARDAforme e colori
  2. TOCCAmateriali e scomparti
  3. PROVAutilizzo e praticità

1. GUARDA: NELLA MODA BUSINESS L’ESTETICA É FONDAMENTALE

Ogni azienda che produce cartelle e zaini da lavoro parte dal presupposto che la componente fashion è quella che attira il cliente, saranno poi le caratteristiche di ciascun prodotto a fare il resto.

Quindi è l’attrattività che fa la differenza: GUARDA uno zaino o una cartella e innamoratene a prima vista.

Se l’articolo che hai addocchiato ha una forma intrigante, è di quel colore che si sposa perfettamente con il tuo outfit da lavoro, ma soprattutto ti ha fatto fermare di fronte alla vetrina del negozio o alla scheda prodotto di un sito per osservarlo, allora buona parte della scelta è già stata fatta, perché ha instaurato nel tuo cervello la componente della curiosità.

Se guardando, invece, non vieni assalito dal desiderio di saperne di più e dare un’occhiata all’accessoristica interna, allora lascia perdere!

Nello specifico, la borsa business non può più essere la solita obsoleta cartella. Tasche esterne e piccoli scomparti utili per riporre bottiglietta d’acqua, mouse e cavetti sono davvero funzionali all’organizzazione quotidiana di ognuno.

Lo zaino da lavoro, invece, ha dalla sua la forma ergonomica, perfetta per la tua schiena, e quell’impronta moderna, informale,

Evita colori sgargianti! Potrebbero dare nell’occhio con un risultato poco professionale o, peggio ancora, attirare l’attenzione di qualche malintenzionato per rubarne il contenuto.

Nero, grigio, blu sono i “classici” colori rassicuranti, facilmente abbinabili e che tutti i brand realizzano sia per borse che zaini.

Accessoristica interna: dettagli fondamentali che condizionano la scelta del prodotto

L’ occhio, però, deve essere anche critico e osservare tutto ciò che è davvero necessario.

Apri l’interno della borsa o dello zaino e scruta attentamente: cosa ti farà scegliere uno o l’altro?

La borsa business è un prodotto old style, scelta da chi l’ha sempre avuta e mai se ne priverà.

Essere tradizionalisti, ancorati alle abitudini, non è certo una colpa, anzi. D’altronde se il quantitativo di faldoni da portare avanti e indietro dall’ufficio è tale da richiedere una borsa capiente, non ce ne si può certo privare.

Inoltre la borsa è scelta dalla donna in carriera!

Proprio lei, quella stilosa con tacco 12 e tailleur che non rinuncia alla minibag di grido da indossare sottospalla e che quindi necessita di una capiente cartella dove riporre tutto il resto, documenti e laptop.

Non dimenticarti, inoltre, che la borsa business ha sempre l’opportunità di essere trasportata non solo a mano, ma anche a spalla, grazie alla tracolla in dotazione.

Un dettaglio non da poco!

Lo zaino da lavoro, invece, è scelto soprattutto da chi ama lo stile urban sporty chic, che non desidera un’immagine troppo seriosa.

Già a scuola (uomo o donna che sia) si era soliti indossare lo zaino su una spalla sola, perchè faceva figo: vuoi che se ne privi una volta entrati nel mondo del lavoro?

In commercio esistono zaini portadocumenti e laptop che richiamano moltissimo i look studenteschi: NorthFace, Invicta, Eastpak, realizzano backpack dal retrogusto scolastico, ma ricchi di tasche per computer, organizer, documenti.

I prezzi sono abbordabilissimi, sotto ai 100€.

Ma torniamo all’accessoristica: quali sono i dettagli che condizionano la scelta fra borsa e zaino? In fin dei conti, le differenze sono davvero minime.

I brand arricchiscono internamente i prodotti con tasca imbottita per laptop, ulteriore custodia per tablet, divisori per documenti e tasche organizer portabiglietti da visita, penne, astucci, smartphone, cavetti, mouse.

Lo zaino inoltre, all’esterno è quasi sempre dotato di una o due taschine antiscippo nascoste nello schienale, per custodire gli effetti personali in sicurezza.

Un importante spazio potrebbe essere quello riservato alla “schiscetta“!

Infatti non tutte le borse e gli zaini hanno sufficiente volume interno per un eventuale pranzo da consumare fugacemente in ufficio e quindi è buona norma osservare se ci sia o meno.

2. TOCCA: QUANDO IL TATTO TRASMETTE EMOZIONI

TOCCARE con mano è sempre la cosa migliore.

Solo così puoi sentire la consistenza del materiale con cui è realizzato il prodotto e se rispecchia le tue esigenze in fatto di resistenza all’uso.

Borse Business e zaini portacomputer sono realizzati in due materiali: tessuto o pelle.

I prodotti in tessuto – nylon, cordura o materiali riciclati – sono più economici, lavabili, pronti ad essere strapazzati.

Quelli in pelle sono eleganti e un pochino più pesanti.

La pelle si può ravvivare con lucido e creme specifiche, quindi anche i prodotti in questo materiale possono essere tranquillamente utilizzati senza farsi venire paranoie! L’importante è dedicare saltuariamente 5 minuti alla manutenzione.

I prodotti in pelle sono generalmente più morbidi, quelli in tessuto più ruvidi.

Entrambi resistono alla pioggia, ma mentre il nylon è un materiale che ha nel suo dna questo pregio, la pelle deve essere trattata con impermeabilizzante.

Non preoccuparti, quindi, se toccando una borsa o uno zaino in pelle, senti una patina oleosa: è proprio la prima impermeabilizzazione spruzzata in fase di produzione ad aver creato una barriera protettiva.

3. PROVA: INDOSSA CIÒ CHE HAI SCELTO

Il terzo consiglio fondamentale nella scelta fra una borsa e uno zaino da lavoro è: PROVALO!

Indossa uno zaino, stringi gli spallacci e fai qualche passo: è confortevole? Leggero? Poco ingombrante? Immaginati su un autobus e pensa se sia comodo o meno.

Assicurati che lo schienale dello zaino sia in materiale traspirante, in modo tale che non faccia sudare soprattutto nella stagione calda. Anche gli spallacci devono essere abbastanza larghi e imbottiti per distribuire equamente il peso sul corpo.

Per le borse, invece, il discorso è diverso. Infatti è importante testare l’impugnatura: è pratica? Ergonomica?

Diffida dalle vecchie ventiquattr’ore con manico rigido: le moderne cartelle da lavoro hanno una maniglia con morbido gel integrato che rende confortevole maneggiarle. Il principio è lo stesso dei materassi memoryfoam: massima morbidezza, ottima resa.

Un ultimo dettaglio che accomuna borse business e zaini è la fascia da trasporto.

Entrambi, infatti, devono avere una fascia in tessuto o pelle che permetta di alloggiarli nel traino di un trolley, pronti per qualsiasi improvviso viaggio per lavoro.

Ok, ora sai tutto ciò che devi fare per scegliere il giusto prodotto business che ti accompagni nella quotidianità: sul sito della Valigeria Ambrosetti trovi tantissime proposte, prova a dare un’occhiata QUI.

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il nostro BLOG per scoprire tantissime curiosità sul mondo degli accessori moda e business.

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. [email protected]

Scrivimi!
Ciao, sono Paolo! Come posso aiutarti?