Dopo la lenta ripresa estiva a seguito del lockdown primaverile, gli hub italiani sono tornati nel caos post-covid.

Infatti, controllare i bagagli a mano in aeroporto è diventato (di nuovo) problematico.

L’emergenza sanitaria obbliga rigidi protocolli e massima attenzione nel maneggiare trolley, valigie e quant’altro il viaggiatore porti con sé durante voli nazionali e internazionali.

Già il sistema milanese di aeroporti (Malpensa e Linate) ha perso il 70% di traffico cumulato nell’anno e i mesi a venire saranno ancora più drammatici: pochi voli, pochi viaggi, pochi passeggeri.

Ma sulla sicurezza non si può lesinare e – anzi – investire in essa è sicuramente un plus per ritrovarsi preparati alla riapertura delle frontiere e soprattutto ai grandi flussi di viaggiatori e bagagli che torneranno ad animare gli hub.

Gli scali milanesi si stanno attrezzando con tecnologie di ultima generazione per rendere sempre più confortevole e sicuro il transito dei passeggeri.

Linate, ad esempio, ha già introdotto lo scorso mese di febbraio il “face boarding“, un innovativo sistema di riconoscimento facciale che consente di evitare assembramenti ai check-in durante il controllo di documenti d’identità.

Ti ho incuriosito? Continua a leggere oppure ASCOLTA il podcast:

Come proteggere dal virus i propri bagagli a mano in aeroporto?

Non solo, prima dell’imbarco dei bagagli a mano in aeroporto è possibile addirittura sanificarli.

Safe Bag sono delle isole dislocate presso i principali scali aerei dove è possibile proteggere le proprie valigie avvolgendole con del film trasparente 100% riciclabile.

Tale apparecchio provvede alla igienizzazione liberando il bagaglio da virus e batteri, quindi lo avvolge e protegge con la pellicola, pronto per essere imbarcato.

Ora Linate ha aggiunto un nuovo sistema di controllo per i bagagli in aeroporto che, invece dei “classici” raggi X, utilizza la tecnologia TAC.

I bagagli, quindi, verranno ispezionati virtualmente da un apparecchio che permetterà di NON aprirli più per tirar fuori liquidi, personal computer, tablet, creme o quant’altro.

Zaini, trolley e borse a mano vengono sottoposti ad una vera TAC e non più a raggi X, in modo tale che non si contamino le vaschette per riporre gli oggetti la cui sanificazione richiedeva tempo e costi.

Con la TAC i tempi di attesa si accorciano vertiginosamente, evitando così code e affollamenti.

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il nostro BLOG per scoprire tantissime curiosità sul mondo della valigeria e dei viaggi.

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. [email protected]

Scrivimi!
Ciao, sono Paolo! Come posso aiutarti?