Terremoto nel mondo della moda e degli accessori: esiste concretamente la possibilità di non vedere più nelle vetrine dei negozi italiani le borse Gherardini.

Gherardini è un brand con più di un secolo di vita, 137 anni per la precisione. Fondato a Firenze nel 1885 da Garibaldo Gherardini, si è presto affermato come un marchio Made in Italy di borse e accessori di altissima qualità.

Il Trade Mark di Gherardini è senza dubbio il logo “G” stampato e il tessuto Softy con cui vengono confezionate borse leggerissime, durevoli, resistenti allo sfregamento e alla luce.

 

Borse Gherardini: alti e bassi, ma sempre richiestissime

Le borse Gherardini sono esclusive, intramontabili, ricche di storia, vanno oltre ogni moda e stagionalità.

Realizzate in diverse forme e dimensioni, rappresentano da anni un tassello importante nella moda internazionale e sono apprezzate da milioni di donne che amano il suo stile inconfondibile.

Ma come tanti altri marchi, anche Gherardini negli ultimi decenni ha vissuto alti e bassi: prima sulla bocca di tutti e poi sparito dai radar.

Ricordi Mandarina Duck e il suo famoso zaino Utlity? É stato a cavallo degli anni ’90 l’accessorio più richiesto, superando il milione di pezzi venduti, per poi finire nel dimenticatoio. Dal 2019 è tornato prepotentemente alla ribalta: rielaborato in chiave moderna con nuovi dettagli e colori stilosi, diventando di nuovo un must-have

Anche la storia del brand Gherardini è ricca di momenti bui e picchi di celebrità, passaggi di proprietà e chiusure repentine.

 

Una nuova era in bilico fra proprietà Giapponese e distribuzione Italiana

Il 2016 è stato l’anno della grande svolta: il celebre marchio Gherardini è stato venduto ad una holding giapponese, la MISAKI Co. Ltd.

La nostra nazione, infatti, sembra essere diventata la preda preferita dagli investitori stranieri: oltre 550 marchi nostrani sono finiti in mano a società estere. Cosa che però non sempre ha comportato una perdita di valore, anzi.

Mi spiego meglio. Nel caso di Gherardini erano ormai troppi anni che la storica proprietà non investiva in stile e design. MISAKI ha acquistato il brand per disciplinarne i progetti nell’ottica di una crescita globale.

Intendiamoci, in Giappone le borse Gherardini sono equiparate a quelle di brand di lusso come Louis Vuitton, Gucci, Prada, Yves Saint Laurent e come tali si trovano in vendita nelle boutique delle principali arterie commerciali nipponiche.

In Italia la distribuzione delle borse Gherardini è affidata, in licenza, a Pistolesi Pelletterie, leader fiorentino nella produzione di borse di altissima qualità. La capillare rete vendita ha fatto sì che le creazioni Softy Gherardini, le uniche distribuite in Italia, facciano capolino nelle vetrine dei più bei negozi di pelletteria dello stivale.

Negli anni le borse Softy, supportate dagli investimenti di MISAKI e Pistolesi Pelletterie, sono diventate una eccellenza italiana con un concept sempre innovativo.

Ora però Valigeria Ambrosetti lancia l’allarme!

Infatti le borse Gherardini stanno diventando introvabili e la stessa Pistolesi Pelletterie non ne produce più. Perchè? Cosa è accaduto?

La notizia ha subito confuso le amanti del brand che spesso ci chiedono lumi a riguardo.

Avendo intuito questa possibilità, in negozio siamo stati lungimiranti, approntando scorte di prodotto per coprire tutte le stagioni Primavera/Estate e Autunno/Inverno 2022, ma dal 2023 cosa succederà?

Le borse Gherardini spariranno dalle vetrine dei negozi e diventeranno un oggetto di culto?

 

Borse Gherardini: ecco la verità!

MISAKI ha deciso di vendere una branca dell’azienda, un pacchetto azionario con quote che non sono valutate in denaro, bensì in brand.

Ecco quindi che, insieme ad alcuni marchi di abbigliamento e calzature a noi sconosciuti come Faure Le Page e Alexandre Zouari, viene messa in vendita anche la “nostra” Gherardini.

La somma da pagare per l’acquisizione è importante e non c’è assoluta volontà di scindere i tre marchi: o tutto o niente.

Capirai, quindi, come la compravendita sia complicata e articolata. Soprattutto in questo momento storico post-pandemia e soggetto a venti forti di guerra, anche gli investitori sono molto attenti prima di buttarsi a capofitto in nuove avventure.

I tempi sembrano lunghi e a beneficiarne non sono certo negozi e clienti, in spasmodica attesa di novità.

Di conseguenza la produzione di borse è sospesa, in attesa di novità dirigenziali. La stessa Pistolesi Pelletterie ha provato a mettere sul piatto una cifra importante per poter continuare a distribuire in Italia le borse Gherardini, cercando così di non creare un danno di immagine alle iconiche borse Softy, ma dall’altra parte dell’oceano ancora tutto tace.

Si troverà una soluzione?

Per il momento in Valigeria Ambrosetti la collezione è ancora ricca di modelli e colori (guarda QUI), ma dal 2023 cosa succederà?

 

Garanzia e assistenza saranno sempre assicurati!

Per quanto riguarda le borse Gherardini esistenti – già acquistate dal cliente o esposte in negozio – niente paura! In Valigeria Ambrosetti tuteliamo il tuo acquisto con il nostro servizio di assistenza, valido per la durata di 2 anni, in modo da coprire e compensare eventuali difetti.

Ogni articolo Gherardini è infatti coperto da garanzia sui difetti di fabbricazione e, in caso di necessità, siamo sempre disponibili – in collaborazione con Pistolesi Pelletterie – a riparare e/o sostituire il prodotto.

Ci auguriamo tutti che lo storico brand Gherardini – fulcro dell’evoluzione di accessori moda dai primi anni del ‘900 – possa presto tornare ai fasti dell’epoca con creazioni sublimi, preziose e raffinate.

Non ti resta che continuare a seguirci per sapere come si evolverà la storia di questo prestigioso marchio fiorentino!

 

Scopri di più sulla Valigeria Ambrosetti

Leggi il nostro BLOG e ascolta i PODCAST per scoprire tantissime curiosità sul mondo delle borse e accessori.

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. [email protected]