Pelletteria e Borse Armani Jeans

Armani Jeans non vuol dire solo Jeans, la parola Jeans non va intesa come il nome di un tipo di tessuto ma come sinonimo di casual, informale e giovane, infatti la famosa griffe usa questa linea per sperimentare sempre nuovi materiali e soluzioni.

Basta dare un’occhiata alle shopper AJ in plastica verniciata, un vero e proprio must have per giovani e non, capace di accostare gli esigenti gusti delle mamme con quelli più adolescenziali delle figlie, tutte daccordo sulla bellezza e praticità di questa borsa stravenduta ormai da anni. Alzi la mano chi non ne ha una nell’armadio, infatti oltre alla particolarità del materiale, si adatta benissimo il prezzo assolutamente accessibile a qualsiasi tasca.

Ma tutta la collezione di borse e di pelletteria Armani Jeans ha un profilo stilistico che è un campo d’azione di “Re Giorgio”. Borse in vera pelle di vitello, shopper in naplak e utilizzo di ecopelli assolutamente leggere e modaiole fanno di AJ un brand in crescita a livello globale. La produzione della griffe è divisa in fasce di prodotti di prestigio differente, il che ha permesso di mantenere in Italia la produzione solo delle borse di pregio e delocalizzare in altri paesi la produzione delle altre linee.

Sarebbe però semplicistico ridurre solo a questo il significato del marchio Armani Jeans, a dimostrazione di quanto oggi per le grandi griffe, che si sono dotate di una struttura industriale, sia non trascurabile anche la fascia di clientela interessata a questi prodotti, la decisione di chiamare proprio Armani Jeans la squadra di basket di Milano appena acquistata, ribadendo l’interesse personale di Armani per lo sport che si è anche concretizzata nel vestire gli atleti olimpici italiani di Londra 2012 e recentemente nel disegnare le divise della squadra di rugby di cui è coproprietario l’amico attore Russell Crowe ed evidenziando ancora una volta la connessione tra sport e moda casual e giovane.
Insomma, le borse AJ sono proprio tutte da scoprire.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *