Sarebbe fin troppo facile scrivere tutte le gag accadute in Valigeria Ambrosetti quando si parla di trolley, ma qualcuna la voglio raccontare!

Se ti ho incuriosito continua a leggere, oppure ascolta il PODCAST:

In negozio, infatti, forniamo un servizio gratuito di assistenza per tutti i viaggiatori che hanno problemi con il proprio bagaglio.

Ad esempio, ricordo un signore distinto ed elegante che si era dimenticato la combinazione del proprio trolley e mi chiese, con fare sbrigativo, di aprirlo immediatamente.

Una volta trovata la combinazione di tre numeri e aperta la valigia, puff, si è subito alzata una nuvola di polvere bianca, e non sembrava farina.

Ovviamente il cliente si è affrettato a chiudere il bagaglio e portarselo via, senza neanche salutare e ringraziare.

Oppure quando una signora sosteneva a tutti i costi che il trolley era nuovo, usato pochissimo, e avrebbe voluto riparare la maniglia in garanzia.

Ma quando ho trovato il codice di realizzazione (ogni trolley ha una codicistica interna che ne identifica l’identità) per la richiesta di reso in azienda, ho scoperto che la valigia risaliva al 1998, altro che nuova!

Ah! Non posso dimenticare il momento in cui una mamma iper protettiva voleva cacciare in un trolley la sua pentola a pressione da portare in Germania alla figlia. Perché come cuoceva la sua pentola, non ce n’era un’altra sulla Terra!

I luoghi comuni sui trolley

In questo articolo, invece, voglio raccontare tutti i (simpatici) luoghi comuni che solitamente si dicono sui trolley, insomma 4 chiacchiere da bar.

L’idea è venuta proprio davanti a un buon caffè, insieme ad alcuni amici, quando ci siamo raccontati tutte le simpatiche avventure che sono accadute ai nostri bagagli durante i viaggi.

Eccole in questo divertente elenco:

  • Appena lo compri, esci dal negozio e ti chiama l’agenzia per dirti che hanno spostato il volo!
  • Perché quando trascini il trolley si sente il rumore delle ruote fino a Tokio???
  • Quando sollevi l’asta di traino devi premere un pulsante che, in un nano secondo, si rompe!
  • Il trolley pieno è così pesante che quando cade, attraversa il nucleo della terra ed esce incandescente nell’emisfero opposto.
  • La combinazione si chiama così perché, se dovessi azzeccarla al primo colpo, sarebbe proprio per pura combinazione!
  • Anche se è tutto in ordine, quando il trolley passa dal metal-detector durante il check-in in aeroporto, ha sempre la capacità di farti sudare freddo (mica avrai dimenticato dentro le forbicine per le unghie, vero?).
  • Se ti facessero aprire il trolley per un controllo troverebbero più caos al suo interno, che sulla scena del delitto di una puntata di Fox Crime!
  • La donna riesce a far stare nel bagaglio a mano 8 collezioni di abbigliamento della Fashion Week, l’uomo è in grado di metterci solo un paio di mutande e una canotta.

Il trolley è diventato, ahimè, un articolo dimenticato. In questo momento storico particolarmente difficoltoso nello spostarsi, la valigia assume un valore simbolico. Il sapore della vacanza, della libertà e di quella spensieratezza che ora ci manca tanto!

Si narra che il Madame Tussauds di Londra, il più famoso Museo delle Cere al mondo, abbia già preparato spazio per una stanza dedicata al trolley, ormai prossimo all’estinzione. Chissà!

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il BLOG della Valigeria Ambrosetti e ascolta i nostri PODCAST per scoprire tantissime curiosità sul mondo della valigeria e dei viaggi.

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. [email protected]

Apri Whatsapp