La Valigia giusta per ogni occasione

Una volta viaggiavo con la casa, finché sono successe due cose: la prima è che mi hanno perso la valigia, poi ritrovata ma per una notte intera ho pensato a tutte le cose che non avrei mai più rivisto…
La seconda … che ho fatto una vacanza in moto di una settimana avendo a disposizione un bauletto più piccolo del trolley da cabina di easyjet.
Allora mi sono detta: se per una settimana posso sopravvivere con così poco bagaglio, posso ottimizzare gli abiti e rischiare meno se mi perdono la valigia in qualsiasi occasione.

Ho pensato di fare questo incontro dopo l’ultimo viaggio Ipotesi’n Rosa… c’era sciopero del personale di terra della Sea, quindi ho chiesto a tutte le mie clienti di fare il bagaglio a mano, almeno non avremmo corso il rischio che le nostre valigie non fossero imbarcate.
Panico!

Check-In

Ma cosa vi serve per tre giorni se non un paio di scarpe comode per il giorno, un paio per la sera e pochi abiti intercambiabili fra loro?

Il trucco sta proprio nel combinare i capi in modo da sfruttarli più giorni, alternandoli.
E se si sporcano? Esiste il servizio lavanderia…

Bagaglio a mano… significa anche meno attese in aeroporto oltre ad evitare il rischio di perdita…
Easyjet e Ryan Air hanno ridotto le dimensioni del bagaglio a mano, ma consentono di portare anche la borsa.
Il peso non è importante ma… dovete portarla voi, quindi più leggera è meglio!

Ci sono tanti modi per ritirare gli indumenti:  c’è chi li arrotola, chi li ripone stratificati … Io uso il metodo dei sacchetti, utile soprattutto x i bagagli morbidi, non so se avete mai provato a preparare un borsone, un minuto esatto dopo che l’avete chiuso la roba è già mescolata!

Ma vediamo la valigia in base al tipo di viaggio perché non sempre è possibile viaggiare col bagaglio a mano.

Ad esempio se andate al mare e avete le creme abbronzanti dovete per forza imbarcare la valigia per via delle normative che impediscono il trasporto delle sostanze liquide nel bagaglio a mano.  E se non siete certe di trovare il telo mare in hotel, comprate un telo mare in microfibra, occupa poco spazio e si asciuga in fretta.

15957_1

Crociera … comincio da qua, non ci sono limiti di peso per i bagagli che potete portare, salvo che poi dobbiate fare lo slalom fra le valigie, dato che lo spazio in cabina è sempre un po’ ridotto. Ma in Crociera ci si può sfogare … 7 abiti per la sera, 7 paia di scarpe + quelle da giorno + le ciabattine per il mare ecc….

Safari … ecco che qua entra in gioco il famoso “bagaglio morbido”, quindi il borsone. Durante il safari ci si impolvera, quindi se usate la stessa maglietta due giorni di fila non importa a nessuno, men che meno agli animali della savana. Scarpe comode, chiuse perché se dovete scendere dalla jeep perché ha bucato una gomma, non potete essere in infradito… Difficile correre su un albero se arriva all’improvviso un leone!
Alla sera di solito la temperatura scende, quindi un bel pile leggero che occupa poco spazio e scalda.

Australia e altri paesi con doppio clima… Questa si che è una valigia difficile. Avete 23 kg di franchigia bagaglio per tanti giorni (15 gg/ 3 settimane)…
Dove fa freddo non si suda, quindi potete rimettere più volte gli indumenti. Un paio di abiti per la sera (il tubino nero passepartout) una scarpa con tacco se volete ma meglio un po’ basso perché di solito in città si cammina… Ma in genere in questi paesi sono abbastanza formali, quindi se vi tenete i jeans anche alla sera vanno benissimo.

Ogni destinazione poi ha la sua particolarità, se partite per l’Iran, dovete indossare il velo e una specie di casacca che vi copre fino alle ginocchia, quindi… cosa importa come siete vestite?
Partite per un trekking sull’Himalaya? Abbigliamento tecnico… ma secondo me chi fa questo tipo di vacanza sa già come organizzarsi, dovendo portare lo zaino in spalla per giorni e giorni!

Il beauty… abituatevi a viaggiare coi campioncini, 100 ml di shampoo bastano per tre giorni anche se vi lavate i capelli tutti i giorni. Quindi trasferite i vostri prodotti, quelli che utilizzate abitualmente nelle boccettine (vendono anche i kit con tanto di bustina trasparente)
E poi i viaggi Ipotesi’n Rosa prevedono sempre hotel di un certo livello che di solito hanno tutto…

Vi dicevo del mio sistema dei sacchetti. Divido in sacchetti: quello per l’intimo, quello per le maglie, quello per le camicie, quello per gli abiti… Insomma diviso per genere.
Se la vostra valigia non ha un doppio scomparto mettete le cose più leggere sotto e quelle più pesanti come scarpe, libri, phon ecc. sopra così le tengono ferme…eviterete così spiacevoli inconvenienti al momento della chiusura…

10464107_288949847943453_4922679172747093114_n

 

Dividendo gli indumenti per tipo è più semplice trovarli e sfilarli anche senza disfare la valigia, soprattutto durante i viaggi itineranti dove si cambia hotel ogni sera.


Due consigli:
Il primo: se partite per una settimana preparate il bagaglio come se foste via per tre giorni e il secondo: una volta terminata la preparazione della valigia tirate fuori un paio di cose…
Liberate spazio (per gli acquisti) e sicuramente potrete fare a meno delle cose che non porterete.

Avete altri dubbi? allora partecipate al forum che si terrà mercoledì 16 luglio alle ore 17,00 a Varese in Valigeria Ambrosetti organizzato da Ipotesi Viaggi di Sesto Calende!

unnamed (3)

Vi aspetto e…Buon viaggio!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *