Come scegliere la borsa giusta in base alla forma del proprio fisico?

La borsa racconta molto di sé e dello stile di ciascuna, ma i dubbi vengono a galla (quasi) sempre durante la prova davanti allo specchio.

In Valigeria Ambrosetti vivo questo momento tutti i giorni. Sì, perché provare una borsa è proprio come indossare un abito: le clienti entrano in negozio e vogliono la borsa tendenza del momento, ma una volta indossata l’effetto è una totale delusione, in quanto il colore “spegne” l’incarnato oppure la forma appesantisce l’insieme.

Alla fine, quando consiglio una borsa più adatta, vedo il viso della cliente che s’illumina di fronte allo specchio sprizzando gioia, segno che il suo desiderio è stato esaudito!

Come faccio? Merito di Elisa Negro, consulente d’immagine e stile, che mi ha insegnato tutti gli escamotage per rendere sempre armoniosa la figura femminile.

Ho deciso, quindi, di invitarla in negozio per un’intervista in diretta Instagram: puoi rivedere la puntata sul canale IGTV Valigeria Ambrosetti QUI oppure continua a leggere! Pronta per per prendere appunti?!

Elisa Negro: chi è e cosa fa

Michela: ciao Elisa e benvenuta in Valigeria Ambrosetti, vuoi parlarci di te e della tua formazione?

Elisa: mi occupo di Consulenza d’Immagine e nello specifico di Armocromia, analisi della figura, analisi dello stile, creazione outfit, riordino del guardaroba e personal shopping. Ogni giorno, mi adopero, attraverso un processo di valorizzazione dei punti di forza e di camuffamento delle debolezze, per supportare donne (e anche uomini) nella costruzione di un’immagine performante e di successo in ambito privato, sociale e business.

M: Quando hai intrapreso quest’avventura e perché?

E: Ho cominciato nel 2014 e, come dico sempre, non sono io ad aver cercato la Consulenza d’Immagine, ma è stata lei ad aver trovato me. Lavoravo in un’azienda e, come tanti giovani ambiziosi, volevo crescere e fare carriera. Ho cercato sul web “come superare brillantemente un colloquio di lavoro” e mi sono imbattuta in un sito che consigliava di frequentare un corso di Personal Styling per rendere la propria immagine armoniosa e carismatica.

Alla quarta lezione ho deciso non solo di diventare la Style Coach di me stessa, ma di divulgare le mie nuove conoscenze a più persone, facendone una professione. La mia formazione proviene da corsi di alta Specializzazione presso la Carla Gozzi Academy e con Rossella Migliaccio, fondatrice dell’attuale Italian Image Institute.

Sette anni fa, in Italia, nessuno conosceva cosa fosse l’Armocromia e io avevo lasciato il famigerato posto fisso per fare un salto nel buio. Il tempo mi ha dato decisamente ragione!

La borsa che desidero andrà bene per la mia fisicità?

M: Sapere se la scelta è azzeccata è una delle rassicurazioni fondamentali quando c’è di mezzo l’acquisto di una borsa di certo valore. Puoi fornire qualche strategia riguardo il modello più valorizzante rispetto alla body shape di ognuna?

E: Il primo consiglio che mi sento di dare in termini di misure antropometriche e dimensioni degli accessori è quello di optare per borse e zaini che rispettino, in una sorta di scala estetica, le nostre caratteristiche naturali.

Come scegliere, quindi, la borsa giusta? In generale si può affermare che:

  • Se siamo donne minute, dovremmo evitare borse particolarmente grandi. Al contrario, nel caso fossimo più formose, non dovremmo cedere al fascino delle borse piccine!
  • Se la parte alta (spalle, seno, addome) è più robusta rispetto alla parte sotto, sarà meglio valutare una borsa a mano o una tracolla.
  • Se la parte alta è più esile, rispetto a fianchi e gambe, l’effetto più valorizzante si avrà indossando una shopper o una hobo bag

Come scegliere la borsa giusta: poche regole per un’immagine armoniosa!

E: Ora analizzerei i modelli di borsa più iconici ragionando in termini di proporzioni e portabilità.

Ricordati Michela che nulla è proibito e si deve sempre tenere conto del gusto personale. Se proprio una donna non riesce a rinunciare alla propria adorata bag, anche se non la valorizza, perché toglierla di torno? Meglio, però, abbinarla in modo che l’insieme sia comunque gradevole.

1. Borsa a mano, bauletto, handbag

Sul bauletto e la borsa a mano, rispettando quanto detto prima, mi sento di dire che sono degli accessori passe-partout: funzionano su tutte le body shape, in quanto sono indossati a mano e non poggiano su punti critici della silhouette. Attenzione ad utilizzare la tracolla in dotazione con parsimonia: si può concedere solo in caso di necessità, altrimenti penalizza tutte le donne, senza esclusione di colpi! Il bauletto è nato per essere portato sull’avambraccio o a mano, non a spalla o di traverso!

2. Shopper e hobo bag

Per quanto riguarda la shopper e la hobo bag, suggerisco di valutare sempre la lunghezza della tracolla o la modalità di indossarle. Esse, infatti, se portate sotto al braccio, aiutano a bilanciare le proporzioni di una donna triangolo, caratterizzata da busto esile e la parte inferiore del corpo più robusta.

Per le mele, invece, i due modelli potrebbero risultare penalizzanti, se portati sulla spalla, in quanto aggiungerebbero volume alla sezione superiore del corpo, già più imponente di natura, rispetto alla sezione inferiore. La hobo bag però, oltre ad essere molto chic e iconica, è caratterizzata da una sinuosità tra tracolla e corpo stesso, tale da donare quel tocco d’armonia alla donna rettangolo, in genere molto magra e con punto vita poco segnato.

3. Tracollina o crossbody

Tracollina, croce o delizia? In questo caso è davvero importante saper scegliere la borsa giusta. Farò un’affermazione non democratica, ma la mia professione me lo impone: la tracolla è bella se indossata a spalla e lasciata cadere su un fianco, non indossata a incrocio sul petto. Detto questo, dal momento che abbiamo una vita molto più frenetica rispetto a qualche decennio fa e spesso viviamo in città, dove sicurezza e mani libere sono imperativi, si può dire che la crossbody non aiuta le donne triangolo, in quanto crea un focal point sul punto più critico della body shape. La sconsiglio in generale, soprattutto indossata di traverso, per chi ha una fisicità importante e un seno generoso, perché risulta davvero poco elegante.

4. Zainetto

Per quanto riguarda lo zaino, invece, è fondamentale rispettare la regola prima citata sulle dimensioni, ma più che di body shape, farei menzione riguardo lo stile! Lo zaino rimanda, inconsciamente, un messaggio di libertà, comfort e spensieratezza. È, infatti, un accessorio molto amato da persone con DNA casual e sportivo. Se una donna possiede uno stile elegante o lavora in un contesto formale, perché indossare uno zaino a scapito di una elegante handbag? Se proprio non ne può fare a meno, meglio scegliere un modello con linee classiche e dai pellami pregiati. Il mix & match, se realizzato ad arte, è sempre una buona idea!

M: Grazie Elisa, credo che adesso tante clienti della Valigeria Ambrosetti abbiano intuito come scegliere la borsa giusta considerando gusti personali e fisicità, per un risultato armonioso e piacevole!

E: I servizi di un consulente d’immagine che, fino a qualche tempo fa, sembravano per pochi, oggi sono richiestissimi e molto apprezzati da chiunque abbia il coraggio e il desiderio di cambiare ed evolvere. Essere consapevoli delle proprie caratteristiche e potenzialità, conferisce autostima e permette di costruire un’immagine di successo!

Sei incuriosita e vuoi approfondire l’argomento? Hai domande per me o per Elisa? Scrivile nei commenti, saremo felici di poterti aiutare!

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il nostro BLOG e ascolta i PODCAST per scoprire tantissime curiosità sul mondo delle borse e accessori.

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. [email protected]

Apri Whatsapp