Bric’s EOLO: la nuova linea di zaini BUSINESS e borsoni che “ti accendono”

B|Y, il brand satellite di Bric’s, pensato per i giovani che sono sempre alla ricerca di novità ed esperienze, aggiunge la collezione EOLO alle sue linee di valigeria, zaini e cartelle da lavoro.

B|Y Bric’s EOLO sono borsoni da viaggio e zaini business. Leggeri, impermeabili, resistenti, adatti ad un consumatore urbano e casual che viaggia e si muove esplorando.

Bric’s EOLO: prodotti innovativi e performanti

La collezione EOLO è caratterizzata da materiali tecnici abbinati in modo sapiente per aumentare le performance di ogni singolo prodotto.

Nylon e texture a nido d’ape si alternano per conferire un look moderno, accattivante, dedicato ai businessmen (e women) contemporanei sporty-chic che fanno della velocità, di viaggio e di pensiero, il proprio mantra.

Le fibbie di nuova generazione in plastica con magnete interno, consentono una apertura/chiusura del prodotto veloce e sicura.

B|Y Bric’s EOLO sono prodotti con prestazioni d’avanguardia e con caratteristiche uniche.

  • Garanzia sui difetti.
  • Lampo pressofuse impermeabilizzate.
  • Tasche espandibili per riporre borracce d’acqua.
  • Ganci e Portachiavi interni.
  • Pochette portaoggetti rimovibile.
  • Minuteria Metallica canna di fucile.
  • Cover interne imbottite in AVA per un facile ricovero di laptop e tablet
  • Tasca esterna nascosta sullo schienale ergonomico.
  • Fascia per inserimento su un traino di trolley.

I prodotti Bric’s EOLO si accendono!

Ogni prodotto EOLO è dotato di una banda frontale di color giallo che si accende grazie ad una striscia di luci LED.

Agendo sul pulsante ON/OFF situato in corrispondenza di maniglie e spallacci, la banda si accende in tre diverse modalità – fissa, intermittenza e intermittenza veloce – ottimo per la visibilità notturna.

Gli zaini EOLO sono perfetti per chi ama spostarsi con bici, scooter o anche solo a piedi, sempre nella massima sicurezza.

Vuoi acquistarne uno? Clicca sul nostro Shop Online QUI.

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il BLOG della Valigeria Ambrosetti per scoprire tantissime curiosità sul mondo della valigeria e pelletteria.

Trovi Valigeria Ambrosetti anche su Facebook Instagram!

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. info@valigeriaambrosetti.it

Valigeria Ambrosetti ospite di “Mi Manda Rai Tre” (VIDEO)

“Pronto, Sig. Ambrosetti? Buongiorno sono della redazione di “Mi manda Rai Tre”, vorremmo averla ospite in trasmissione!”

Comincia con questa telefonata inattesa la prima apparizione di Valigeria Ambrosetti in televisione [guarda il VIDEO alla fine del post].

Conosci “Mi manda Rai Tre”?

La trasmissione “Mi manda Rai Tre” è una delle più seguite e amate dagli italiani. Affronta ogni giorno problematiche diffuse tra i cittadini – salute, istruzione, fatti del giorno – nonché temi “spinosi” come fisco, consumi e lavoro.

Non solo, si occupa anche di “lifestyle” aiutando il pubblico ad avere esaustive risposte riguardo argomenti comuni di attualità e nuove tendenze.

Mercoledì 18 dicembre, rigorosamente in diretta, è andata in onda una nuova puntata di “Mi manda Rai Tre”.

Protagonista della puntata è stato il mondo della valigeria e l’evoluzione dei bagagli negli anni, dai vecchi e pesanti bauli ai trolley superleggeri.

Dopo una scrupolosa ricerca, la redazione della trasmissione ha individuato il sottoscritto Paolo, titolare della Valigeria Ambrosetti, come uno dei maggiori esperti di trolley e valigie, conoscitore di materiali innovativi e tecnologici con cui sono realizzati.

Apperò!

É stata una nomina davvero gratificante, soprattutto da chi ricerca figure professionali adatte a spiegare al pubblico gli argomenti che vengono portati in una trasmissione importante come “Mi manda Rai Tre”.

Di cosa si è parlato durante la puntata?

In trasmissione ho spiegato perché alcuni trolley sono più resistenti di altri, le dimensioni, oppure come pulirli ed eseguire la manutenzione, o ancora come impostarne la combinazione.

Tutti argomenti già affrontati in modo dettagliato nelle pagine del BLOG della Valigeria Ambrosetti.

Il presentatore Salvo Sottile si è rivolto da una strana posizione in studio!

Era appoggiato a un vecchio baule, proprio simile a quello che veniva utilizzato durante i “viaggi della speranza“, nell’immediata emigrazione degli italiani nel dopoguerra.

Conosco bene quei bauli, mio nonno ne costruiva tantissimi e li vendeva nella bottega di famiglia, l’attuale Valigeria Ambrosetti, nata nel 1930 e che fra pochi giorni compirà 90 anni.

Ma il mondo si è evoluto ed ora i bauli sono scomparsi, sostituiti da comode valigie con ruote.

Il mondo della valigeria ha una storia interessante!

La maggior parte dei trolley è super light, resistente agli urti, colorato, a differenza dei vecchi bauli, per lo più usati prima del 1950, solidi, capienti e facili da impilare uno sopra l’altro, ma incredibilmente pesanti e monocromatici.

Esistono inoltre svariati accessori per rendere unico e riconoscibile a colpo d’occhio il proprio bagaglio.

Ad esempio si possono utilizzare dei lacci colorati da annodare al manico. Oppure etichette bagaglio che vanno ad aggiungersi a quelle di carta che le operatrici aeroportuali appiccicano sulle valigie, ma che sistematicamente si perdono durante il volo.

Dopo il 1950 la valigeria ha avuto uno slancio incredibile, con i primi bagagli in polipropilene, dotati di maniglie da entrambi i lati.

Ma la vera data da ricordare è il 1988, quando un pilota di aerei di una compagnia americana, tale Robert Plath, inventò il trolley, ovvero il bagaglio a mano con l’aggiunta di ruote, ideale per i suoi spostamenti.

I trolley super leggeri sono realizzati in CURV

In trasmissione ho accennato anche ad altri materiali con cui vengono costruite le valigie, come il CURV.

Il CURV è un materiale costituito da palline di polipropilene pressate e stirate. Successivamente vengono fuse in fogli e disposti uno sopra l’altro, creando una scocca coriacea e nel contempo super leggera.

Il momento più spettacolare della trasmissione è stato, infatti, il crash test “live” che ha lasciato tutti gli spettatori presenti in studio e “a casa” a bocca aperta!

Ho piegato la scocca del trolley di 180 gradi, facendo forza sui due lati opposti del trolley, simulando le sollecitazioni a cui è sottoposto quando viene “lanciato” dagli operatori addetti al carico bagagli negli aeroporti.

Vuoi vederlo? Ecco il VIDEO!

F


A pochi minuti dal termine della puntata una domanda sull’account whatsapp di “Mi manda Rai tre” ha sollecitato un mio suggerimento: 

ho perso la chiave della valigia, cosa devo fare?

In realtà la chiave questo simpatico ascoltatore non l’ha mai avuta in quanto non vengono fornite in dotazione.

La serratura che si vede sulle combinazioni dei trolley, infatti, serve solo ed esclusivamente agli addetti TSA presenti negli Aeroporti degli Stati Uniti.

Successivamente agli attentati del 2011, negli States i controlli sulla sicurezza sono aumentati in modo ferreo. Tutte le valigie che transitano nel Nuovo Continente vengono ora sottoposte a una minuziosa ispezione.

Se non si possiede un trolley con chiusura TSA, la serratura viene forzata e quindi c’è il rischio elevato di doverla poi buttare in quanto danneggiata irreparabilmente.

Ora tutti i trolley sono dotati di blocco con combinazione di tre numeri che solo il viaggiatore può impostare, mentre la serratura TSA, eventualmente, sarà utilizzata solo dagli operatori doganali in aeroporto.

È stata davvero una bella esperienza, chissà se Valigeria Ambrosetti sarà ancora ospite per un intervento sul mondo del viaggio, ci sarebbero ancora un sacco di cose interessanti da dire!

Vuoi sapere tutte le curiosità sulla valigeria?

Allora segui il BLOG della Valigeria Ambrosetti, troverai tanti contenuti interessanti, consigli sulla manutenzione e pulizia delle valigie, oltre a tanti videoguide.

Trovi il negozio anche su Facebook Instagram!

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. info@valigeriaambrosetti.it

Valigeria Ambrosetti entra nel “club” dei Negozi Storici

90 anni e non sentirli!

È questo lo slogan della Valigeria Ambrosetti che a breve, nel’aprile 2020, compirà il prestigioso traguardo dei 90 anni di vita.

Aperto nel 1930, il negozio varesino è stato premiato mercoledì 4 dicembre come NEGOZIO STORICO!

Durante la celebrazione della “Storia del Commercio”, l’appuntamento annuale organizzato dai vertici di Palazzo Lombardia a Milano dove vengono consegnati i riconoscimenti per le botteghe con almeno 40 anni di attività, ho ricevuto il prestigioso premio.

Premiazione Negozi Storici: una giornata speciale!

Accompagnato dai miei genitori, la terza generazione degli “Ambro” , ho potuto stringere le mani a tantissimi colleghi che alzano la saracinesca tutti i giorni, carichi di dedizione e passione per il proprio lavoro.

Panettieri, artigiani, orafi, negozi di calzature e abbigliamento, ristoranti, il famoso “Borsalino” ultracentenaria bottega di cappelli – che ha presenziato all’appuntamento con tutto lo staff di commesse – e ovviamente valigerie, una Valigeria, la nostra!

Valigeria Ambrosetti di Varese è stata premiata nell’ambito della rassegna dedicata ai negozi storici per ultima, ma come precisato dalla presentatrice dell’evento, solo per un ordine rigorosamente alfabetico!

Il negozio, infatti, si contraddistingue per modernità e innovazione. La quarta generazione e il giovane staff, infatti, cavalcano la trasformazione digitale con disinvoltura e capacità.

Ecco perché abbiamo 90 anni, ma siamo giovanissimi.

Ci piacciono i social network e amiamo comunicare con video e podcast. Queste attività sono piaciute molto al Governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana che, essendo di Varese e quindi nostro conterraneo, si è lasciato trasportare dall’emozione e ha rilasciato un breve discorso durante la premiazione:

“Conosco benissimo la Valigeria Ambrosetti, curano le vetrine con attenzione, sono sempre sorridenti e “sul pezzo”.

Migliori compimenti non potevano esserci per il nostro negozio, tant’è che anche i miei genitori si sono commossi orgogliosamente.

Il viaggio di ritorno verso Varese è stato poi velocissimo, infarcito di ricordi, memorie, aneddoti degli anni trascorsi in bottega, sempre lanciando uno sguardo al premio riposto comodamente sul sedile dell’auto.

Una volta giunti a casa è stato doveroso la condivisione di tutte queste emozioni e felicità con lo staff del negozio. Michela, Federica e Gisella sono ora il valore della Valigeria Ambrosetti insieme ai nostri clienti, vero elisir di lunga vita del negozio!

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il BLOG della Valigeria Ambrosetti per scoprire tantissime curiosità sul mondo della valigeria e pelletteria.

Trovi il negozio anche su Facebook Instagram!

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. info@valigeriaambrosetti.it

Portafoglio tascabile SECRID: ecco 3 buoni motivi per averlo!

SECRID è il portafoglio tascabile più richiesto del momento.

Ormai la “vecchia” carta di identità e la patente, plastificate e ingombranti, sono in via di estinzione sostituite da comode tessere. Ma dove riporle, insieme a bancomat, carta di credito, fidelity cards, in modo pratico e sicuro?

SECRID è la soluzione comoda e tascabile!

  1. Piccolo e di facile utilizzo.
  2. Protezione RFID delle cards.
  3. Garanzia 3 anni

Ecco i 3 buoni motivi che scatenano l’impulso all’acquisto!

Non solo: SECRID è predisposto per accogliere anche banconote di qualsiasi taglio, biglietti e scontrini.

SECRID portafoglio tascabile

Portafoglio tascabile SECRID: è da uomo o da donna?

In realtà è eccezionale per entrambi, perché concepito per far fronte a diverse necessità.

L’uomo, si sa, è sempre alla ricerca di un portafoglio piccolo, essenziale, dove riporre tutto il necessario, che si possa infilare nella tasca della giacca o dei pantaloni. L’universo maschile, in genere, vuole avere solo l’indispensabile per cui predilige un accessorio poco ingombrante.

La donna , invece, oberata di tessere, fidelity cards e coupon sconto, non ha mai sufficiente spazio ed è spesso alla disperata ricerca di un comodo porta tessere in aggiunta al portafoglio. E se la borsa è minuscola? Niente panico, SECRID è un’ottima soluzione anche in caso di mini bag e pochette

Una volta provato e testato, diventerà il vostro inseparabile compagno nella routine quotidiana.

Non ci credi? Guarda questo simpatico VIDEO girato in Valigeria Ambrosetti: vedrai Paolo e Michela – nella vita marito e moglie, titolari del negozio – che fingono una spiritosa scena di vita quotidiana commesso/cliente.

UNO: SECRID è piccolo e si ripone comodamente in tasca

Progettato per avere la massima compattezza, il miniwallet Secrid è grande poco più di un bancomat e poco meno di un pacchetto di sigarette. La cover in pelle si chiude con una semplice e sicura clip automatica, mentre il contenitore “card protector” in alluminio è leggero e compatto.

  • Altezza: 10,2 cm.
  • Lunghezza 6,5 cm.
  • Spessore chiuso: 2,1 cm.
  • Peso 72 grammi

Pratico e di facile utilizzo

Alzi la mano chi si innervosisce subito quando, al momento del pagamento, non trova mai il bancomat all’interno del proprio portafoglio.

Capita spesso, vero?

Con il portafoglio tascabile SECRID questo non accade più, grazie alla semplice levetta posta sul fondo del “card protector” che facilita l’estrazione delle tessere in modo “sfalzato”, rendendone veloce il riconoscimento.

Inoltre SECRID è dotato di una guaina in plastica dove riporre, piegate, banconote di ogni taglio, pronte per l’uso.

Completano la dotazione interna due ulteriori scomparti dove inserire altre 4 tessere.

DUE: SECRID protegge le tue cards

Il portafoglio tascabile SECRID è composto da una cover (copertina) in pelle e da un contenitore “card protector” in alluminio.

Quest’ultimo protegge fino a 6 tessere, carte di credito e bancomat da smagnetizzazione, clonazioni, identificazione e/o memorizzazione automatica di informazioni e dati personali (RFID – Radio Frequency Identification).

Brevetto olandese

Il miniwallet SECRID è ideato, progettato e realizzato in Olanda. Design e moda si fondono in un portafoglio tascabile, prodotto rispettando l’ambiente e l’uomo.

La pelle bovina di pregiata qualità con cui viene realizzata la custodia è conciata in modo vegetale, cioè non vengono utilizzati prodotti chimici e solventi nocivi alla natura.

Il “card protector” in alluminio è progettato per durare nel tempo: la levetta di estrazione delle cards è testata per eseguire almeno 100.000 movimenti.

TRE: SECRID è garantito 3 anni

Ogni portafoglio tascabile SECRID possiede un codice identificativo inciso all’interno del “card protector“. Registrando questo codice nella apposita pagina del sito ufficiale SECRID, potrai ricevere un anno in più di garanzia oltre ai due anni di garanzia standard forniti per legge.

Ecco TRE buoni motivi per cambiare il tuo portafoglio e scegliere il nuovo, piccolissimo e pratico miniwallet SECRID.

Non sai dove trovarlo?

Vieni in Valigeria Ambrosetti a Varese oppure compralo sul nostro Shop Online QUI.

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il BLOG della Valigeria Ambrosetti per scoprire tantissime curiosità sul mondo della valigeria e pelletteria.

Ci trovi anche su Facebook Instagram!

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. info@valigeriaambrosetti.it

Luna Bag Borbonese: si può lavare in LAVATRICE?

Luna Bag Borbonese è una delle it-bag del momento. Comoda, pratica, leggera, scelta e indossata dalla donna multitasking che vuole essere libera di muoversi nella quotidianità, senza avere l’impiccio di tenere la borsa in mano.

Che sia Medium, Middle o Small, si indossa sottospalla o a tracolla. Permette così quella manualità fondamentale se si hanno bimbi da accompagnare all’asilo, pratiche da portare in ufficio o anche un borsone per la palestra.

Essendo una borsa di frequente utilizzo è anche facile che si sporchi.

Quindi come si pulisce? Magari si può lavare in lavatrice?

ASCOLTA il PODCAST per capire cosa fare per pulirla, oppure continua a leggere!

Luna Bag Borbonese: quanti modelli esistono?

Intendiamoci, la forma a “mezzaluna” della Luna Bag è sempre la stessa, ma Borbonese gioca con i materiali e realizza questa borsa icona in tre diverse varianti:

  1. Pregiata pelle scamosciata.
  2. PVC
  3. Nylon

Ciascun materiale rende unica la Luna Bag Borbonese ed incontra le esigenze di tre donne ben distinte fra loro, accomunate dal fil rouge della praticità.

Ogni materiale ha proprie caratteristiche e, di conseguenza, diversi metodi di pulizia, anche utilizzando il lavaggio in lavatrice!

Come si ravviva la pelle scamosciata?

La pelle scamosciata è calda, morbida, vellutata ed estremamente delicata.

Va pulita con molta cura per preservarne la bellezza. Lo sporco viene rimosso solo grazie all’utilizzo di un pettine bifacciale in vendita nei comuni supermercati o calzolai provvisto di denti rigidi da un lato e gomma dall’altro.

Assicurarsi che la borsa sia perfettamente asciutta, quindi agire prima con la parte rigida cercando di rimuovere delicatamente lo sporco. Poi utilizzare il lato provvisto di gomma per lisciare la pelle e ravvivarla.

Come si pulisce il PVC?

Il materiale goffrato o pvc è il più utilizzato dai brand nell’ultimo decennio. Risulta morbido al tatto, con un leggero effetto “buccia d’arancia” che lo rende antigraffio, resistente all’acqua e agli agenti atmosferici. Essendo un materiale sintetico, si pulisce con una spugna umida imbevuta di un comune sgrassatore o del sapone neutro.

Luna Bag Borbonese in nylon: si può lavare in lavatrice!

La borsa icona più venduta è sicuramente quella realizzata in nylon.

Non solo per la sua leggerezza e praticità, ma anche e soprattutto perché è facile da pulire.

Luna bag Borbonese in nylon si ravviva con una spugna umida imbevuta di detergente neutro.

Agire sulla macchia e lasciare asciugare. La fodera interna si pulisce seguendo la stessa procedura: il risultato sarà sorprendente e ti ritroverai ad indossare una borsa come nuova.

Le più temerarie lavano la Luna Bag Borbonese anche in lavatrice!

Un delitto? Una colpa? assolutamente no! Il nylon è un materiale che si può tranquillamente bagnare e detergere, anche in una centrifuga.

ATTENZIONE: se si vuole utilizzare questo metodo di pulizia è importante avere alcune accortezze:

  • Utilizzare un programma delicato.
  • Inserire la borsa in un sacco per lavatrice “salvabucato”.
  • Proteggere la metalleria (viti, bottoni, tiralampo) con del film trasparente: il domopack è perfetto!

Quest’ultimo procedimento è importantissimo se si vuole salvaguardare la luminosità e durata della minuteria metallica dorata, altrimenti a contatto con l’acqua tenderà ad ossidarsi e imbrunirsi.

Ora non resta che acquistare la tua Luna Bag Borbonese preferita, magari online sul sito della valigeria Ambrosetti cliccando QUI e, nel caso si sporchi, hai già tutte le indicazioni per pulirla!

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il BLOG della Valigeria Ambrosetti per scoprire tantissime curiosità sul mondo della valigeria e pelletteria.

Trovi Valigeria Ambrosetti anche su Facebook Instagram!

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. info@valigeriaambrosetti.it