Francesca Versace per Bric’s.

Una vera e propria capsule collection è nata in questi giorni in casa Bric’s.

Una nuova interpretazione del viaggio ha portato l’azienda leader della pelletteria e valigeria di qualità a sfruttare tutto il travel sense di Francesca Versace, figlia d’arte e designer, appassionata di moda. Ne è scaturita una collezione di bags e trolley a metà fra il viaggio reale e quello dell’anima, una interpretazione attraverso simboli e segni grafici del nostro tempo uniti a soluzioni stilistiche che esaltano la qualità del prodotto.

Il connubio fra la giovane designer e Bric’s è sintetizzata in un perfetto equilibrio fra tecnologia, artigianalità, funzionalità, qualità e moda: un progetto innovativo e identitario che fa’ tesoro della cultura di Francesca e delle sue esperienze fondendole con quelle di Bric’s.

Il leitmotif della collezione è la cornice, intesa come contorno della vita, pronta a racchiudere sogni, desideri ed emozioni; essa prende corpo nel progetto X-bag di Bric’s, linea già di grande successo per il concept stilistico originale, ma vira prepotentemente, grazie all’interpretazione di Francesca, su contenuti originali, temporanei e dinamici.

Esistono 3 linee: la fashion frames, la fleck pop e la sky flowers.

Fashion Frames rappresenta il progetto iconico: cornici e riccioli barocchi con giochi di colore dal grande impatto scenico, minuterie metalliche ricercate e personalizzate, tiralampo e charms che riprendono il motivo della cornice. Shopping, sportine, zaini, ma anche porta i-pad, borsoni e trolley sono i prodotti della linea.

Fleck-pop interpreta l’eleganza e il gusto chic. I modelli sono realizzati in cotone e sono caratterizzati da una tasca esterna (la cornice) con finiture in pelle rosa shocking e blu elettrico.

SkyFlower riproduce l’immagine dello skyline. Una cornice floreale fa da riquadro alla borsa con colori stavolta tenui e delicati con finiture in pelle.

Tutta la collezione sarà distribuita a partire da febbraio 2013.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *