I bagagli a mano SONO VIETATI in aereo, per evitare assembramenti nei corridoi dei velivoli ed evitare, quindi, il contagio del virus COVID-19.

Viaggiare e partire per le vacanze non sarà più lo stesso!

Quegli automatismi che da sempre hanno contraddistinto il passeggero, cioè riporre il proprio bagaglio a mano nelle cappelliere e sedersi comodo allacciandosi le cinture, sono gesti che non saranno più possibili.

Il bagaglio da cabina, quello che solitamente viene riposto negli alloggiamenti superiori, è la nuova vittima del coronavirus. Con buona pace di TUTTE le compagnie aeree, comprese quelle low cost, che ne avevano fatto un proprio cavallo di battaglia in fatto di concorrenza reciproca.

Quella di giovedì 25 giugno rilasciata dall’ENAC (Ente nazionale per l’Aviazione Civile), è sicuramente una Nota rivoluzionaria, che lascerà il segno nella memoria dei viaggiatori (leggila QUI).

Nuove direttive per chi viaggia in aereo: temperatura corporea e bagaglio a mano

Dal 26 giugno 2020, infatti, il viaggiatore dovrà sottoporsi alla misurazione della temperatura PRIMA dell’accesso all’aeromobile.

Se la temperatura supera i 37,5° verrà negato l’accesso ad esso.

Non solo, il passeggero non potrà salire a bordo con nessuna tipologia di bagaglio a mano di dimensioni conformi ad essere riposto nelle cappelliere.

Infatti è consentito portare a bordo solo bagagli di dimensioni tali da essere posizionati sotto il sedile di fronte al posto assegnato. Per ragioni sanitarie non è consentito a nessun titolo l’utilizzo degli alloggiamenti superiori.

Una rivoluzione senza precedenti che tocca anche l’autocertificazione che ogni passeggero dovrà avere con sé.

Infatti ciascun individuo dovrà attestare di non aver avuto contatti stretti con persone affette da patologia COVID-19 negli ultimi due giorni, prima dell’insorgenza dei sintomi e fino a 14 giorni successivi.

inoltre il passeggero deve impegnarsi a comunicare alla Autorità Sanitaria territoriale competente, al fine della tracciabilità dei contatti, l’insorgenza di sintomatologia COVID-19 comparsa entro 8 giorni dallo sbarco dall’aeromobile.

Il Mistero della Salute fornisce sul proprio sito un modello compilabile dal passeggero – preferibilmente in modalità elettronica – da consegnare alla compagnia aerea prima della partenza.

Bagagli a mano: perché vietare l’uso delle cappelliere?

Nulla centra la sanificazione dei velivoli e dei bagagli prima di portarli a bordo.

L’intenzione del Ministero della Salute, e conseguentemente dell’ENAC, è quello di evitare che si creino assembramenti durante la fase di imbarco. La sistemazione dei trolley nelle cappelliere, infatti, è un momento confuso in cui i passeggeri entrano in strettissimo contatto fra loro.

Escludendo questa possibilità e lasciando che l’unico bagaglio a bordo possa essere solo di piccole dimensioni e collocabile sotto il sedile, si eliminano pericolosi contagi e le classiche code pre decollo.

E ora? Cosa dobbiamo aspettarci?

Viaggiare in aereo sembra essere diventato un vero enigma: passa la voglia di vacanza, il desiderio di serenità, viene a mancare la lucida follia del viaggiatore seriale che vede l’aereo e l’uso del bagaglio a mano quasi come una liberazione dalla quotidianità.

Diventa obbligatorio il bagaglio “tattico”, cioè ricco di prodotti e indumenti, ma arrotolati e sistemati in modo tale da starci perfettamente in uno zaino o una borsa da donna.

Non solo, l’eliminazione del trolley comporterà da parte di brand come Samsonite, Roncato, Bric’s, nuove strategie di vendita focalizzandosi su prodotti ancora più piccoli, sicuri, di dimensioni tali da poter essere facilmente riposti sotto il sedile, cioè non superiori a 36x45x20 cm.

E tu? Sei pronto al cambiamento?

Ti è piaciuto questo post?

Leggi il nostro BLOG per scoprire tantissime curiosità sul mondo della valigeria e dei viaggi.

Valigeria Ambrosetti
via G. Mazzini, 6
21100 Varese
www.valigeriaambrosetti.it
T. +39 0332 281206
M. info@valigeriaambrosetti.it

Scrivi su Whatsapp!
💬 Chat Whatsapp Attiva
Ciao, sono Paolo! Come posso aiutarti?